Heather, sempre lei

Disprezzare l’altro, sottolinearne gli aspetti negativi, è una modalità infantile di rispondere al proprio vissuto di inferiorità e debolezza, una modalità che può dare la sensazione di superare il nostro limite, di sopravvivere al nostro malessere strisciante.
(Carotenuto – Integrazione della personalità. Bompiani, Milano – 2002)

Così alle volte ritroviamo Heather – sempre lei, la bambina che non vuole crescere – anche nascosta dietro alla supercritica Beech.

Rispondi

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: